Chi produce borse cosa deve avere per lavorare con i grandi nomi?

E’ un po’ di tempo che penso di scrivere un articolo su questo argomento. Nel clima generale che c’è a Napoli, di lavoro ce n’è tanto e sta creando ricchezza. Ma quanto durerà?

 

E dopo?

Nel mercato attuale la cosa che preme principalmente a te che fai il Pellettiere, è la continuità di lavoro. Continuità di lavoro che si traduce in programmi di lavoro.

Continuità di lavoro che significa SOLDI su cui poter fare affidamento per :

  • Comprare macchinari
  • Qualificare il personale
  • Migliorare i locali dove risiede l’azienda
  • Utilizzare al minimo gli affidamenti o comunque la banca, per eliminare “IMPREVISTI”

Troppo spesso nel corso di questi anni ti sei sentito vittima di un sistema senza nemmeno capire chi fossero i carnefici.

E’ successo anche a me. Entri in quel vortice che ti fa credere, che se continui così miracolosamente ce la farai. I risultati con cui ti confronti oggi però dicono l’opposto. Dicono che tu non sei assolutamente fuori dal vortice, anche se la mattina ricominci a lavorare.

Le conseguenze peggiori devono ancora arrivare. In questo periodo, anche se quest’anno davvero a rilento, le aziende ricominciano la produzione. Ci sono le scadenze ed il mercato del lavoro stagionale riprende a grandi ritmi. Sono passati gli anni in cui la stagionalità era otto mesi di lavoro pieno e quattro a rilento o di fermo tra ferie estive e Natale. Ma tu cosa puoi fare per lavorare con i marchi del Lusso? Ti elenco sette punti che per me sono stati fondamentali.

SELEZIONA ACCURATAMENTE IL CLIENTE, L’AZIENDA CHE TI PASSA IL LAVORO.

Cosa significa? Prima di tutto verifica a livello bancario se l’azienda che ti sub – appalta il lavoro paga ed ha soldi in banca.

Questo significa non che ha affidamenti, rosso o scoperto , che sia. Significa che ha soldi propri per poterti pagare.

Significa che ha date certe quando paga. Significa che non ti contesterà la merce solo per prendere tempo. Inoltre selezionare il Cliente, nella pelletteria è fondamentale.

Tu vendi Manodopera, quindi paghi dipendenti e spese ogni mese. Avere un cliente che crea problemi, perché usa i soldi per fare altro, è indice di poca serietà FAI IL PUNTO SULLA TUA SITUAZIONE.

QUANTI DEBITI HAI?

Questo è un punto fondamentale se vuoi costruire un’azienda più solida possibile. Non esiste nessun lavoro che da solo può generare ricchezza se tu non sai cos’è la ricchezza per il tuo lavoro.

Nello specifico, ti serve tenere sotto controllo i flussi di cassa, gli extra e come puoi diluire i debiti accumulati. Non aver paura, ci sono passata anche io, ma avere dati su cui ragionare aiuta davvero.

DEVI STUDIARE ED ESSERE PREPARATO. NON BASTA ESSERE UN BRAVO TECNICO !

La cosa che ti sfugge in questo momento storico è che per fare un salto di qualità come imprenditore, devi cominciare a formarti. Devi imparare quanto importante e strategico sia delegare, far fare le cose ad altre persone.

Non perché tu sei un fannullone, ma perché tu puoi dedicarti allo sviluppo del lavoro.  Elimina dalla testa che usare la macchina per cucire e saper fare modelli basti. quello lo puoi far fare a qualunque operaio qualificato.

Tu devi concentrarti sulla qualità del tuo prodotto e quindi della manodopera.

IMPARA A DIRE DI NO! Quante volte ti è capitato di ricominciare a lavorare dopo un lungo periodo di chiusura?

Magari proprio ora sei in questa situazione. Bene, se dici di si per paura di non riprendere a lavorare, CHIUDERAI. Le persone che ti offrono lavoro, sottopagato, stanno approfittando del tuo momento tragico e ti stanno prendendo per la gola. Sono strozzini travesti da pellettieri. Sono il peggio che puoi incontrare. Imparare a dire no, significa che hai compreso bene il valore della tua azienda.

Puoi dire si solo se ti servono soldi per fare altro a breve termine. IL FATTURATO NON E’ RICAVO

La cosa più sbagliata che puoi fare è quello di aumentare le uscite dopo qualche mese che hai ricominciato a fatturare. Tua moglie ti rompe le palle perché sono anni che non ristrutturate casa? Mandala a zappare. Il tuo amico del cuore ti fa vedere il suo nuovo Rolex e ti viene voglia di averlo? O lo rubi dal polso del tuo amico o lo compri e rubi il futuro alla tua azienda.

Il lusso non è un diritto è qualcosa che devi guadagnarti. VENDI LA TUA REPUTAZIONE. Questa è una cosa fondamentale e non tutti possono farla.

Molti tuoi colleghi, nostri colleghi, non possono nemmeno aprire partita Iva con il loro nome. 
E’ vero sono persone che lavorano come sub – fornitori di marchi ma comunque il loro nome non vale niente. Non sono nessuno. Sono persone che hanno fatto le borse false, non hanno pagato i fornitori magari. Sono latitanti e persone da cui stare alla larga.

Tu vendi e professa sempre la tua reputazione. Ci impiegherai un po’ più di tempo ma i risultati che otterrai saranno più a lungo termine. TROVA UN’ALTERNATIVA AL TUO CLIENTE ATTUALE.

Se anche lavori sotto contratto con un marchio non devi mai dimenticare di dover programmare il tuo futuro. Cerca di essere il più visionario possibile. Pensa a scenari catastrofici e poni rimedio prima che succedano davvero. Questa continua attenzione porterà a due ottime conseguenze : Avrai maggior cura del tuo cliente Avrai più attenzione da parte sua.

Prima di salutarti voglio lasciarti con una riflessione che facevo qualche giorno fa con un collega. 
“ In Italia non c’è bisogno di Artigiani formati e professionali. Servono persone ignoranti e tecniche, per poter pagare poco la manodopera e sfruttare.”

A presto Ornella Auzino